Nato a Civitanova Marche nel 1919, muore nella sua città nel 2005. Il suo debutto come cantante lirico risale al 1946; nello stesso anno Beniamino Gigli in un’audizione gli rivela il suo fulgido avvenire. Si perfeziona successivamente all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e nel 1949 debutta alla Scala iniziando, così, la sua quarantennale carriera di baritono e basso, imponendosi come raffinato interprete del repertorio mozartiano e rossiniano. Calca le scene dei principali teatri mondiali, dalla Scala di Milano al Metropolitan di New York, e canta con i maggiori interpreti lirici del suo tempo, caratterizzandosi per una voce estremamente duttile ed una presenza scenica straordinaria, unite a una grande classe e compostezza.