Francesco Russo

Francesco Russo è piemontese ma vive nelle Marche dal 1993. Fotografo freelance, collabora con le più famose Agenzie Fotografiche mondiali. Alcune sue opere sono esposte nel Museo Canon di Pretoria (Sud Africa) e pubblicate sul National Geographic USA, su Master Class e su molte riviste di settore. Vincitore di molti premi Nazionali ed internazionali ma…

TUTTO È INIZIATO DA…
Quando sono nato! L’amore per la fotografia è nato con me, il problema è stato fare Fotografia. A 15 anni ho acquistato la mia prima reflex e un ingranditore Krokus. Sviluppavo in cantina. Ma dopo 2 anni ho smesso. Ero troppo curioso e volevo fare una miriade di altre esperienze.
E’ stato solo nel 2012 che, passando davanti ad una vetrina dove era esposta una Canon, la scintilla si è riaccesa. Non ci ho pensato su due volte, l’ho comprata e contento me ne sono tornato a casa. Quando ho aperto la confezione mi sono reso conto di quanti anni erano trascorsi dall’ultima volta che aveva maneggiato una Reflex. Mi sono trovato di fronte ad un mondo completamente nuovo, lo avevo lasciato con i vecchi rullini a pellicola ed eccolo adesso con le SD.
L’impatto non è stato semplice da superare, significava dover ricominciare tutto da capo e la voglia ad una certa età comincia a mancare! Dopo alcuni mesi di dubbi e perplessità ho deciso di dedicarmici e approfondire questo nuovo “Mondo” della fotografia digitale.
I risultati del mio lavoro e della mia passione sono raccolti sul mio sito www.frpix.com. Che si tratti di foto scattate in luoghi carichi di suggestione, come l’Islanda o la Norvegia, di paesaggi ricchi di colore come Castelluccio, di Norcia, o delle colline dietro casa, il denominatore comune è il desiderio di raccontare mantenendo l’intrinseca e peculiare bellezza dei luoghi visitati, nel rispetto della loro identità, aggiungendo solo il valore di un cuore che batte per quello che l’occhio vede attraverso la fotocamera.

Aurora borealis in Lofoten islands, with snowy mountains reflected in the sea

QUALE E’ IL TEMA CENTRALE DELLE TUE FOTO?
Non ho un tema, un argomento, cerco semplicemente di raccontare il mondo attraverso i miei occhi, il mio cuore e le mie emozioni.

CHE COSA TI FA FERMARE E DECIDERE DI SCATTARE?
<emUn arcobaleno o qualche raggio di luce che penetra una spessa coltre di nuvole temporalesche, una situazione di luce particolare con un soggetto appropriato, sono cose che mi fanno fermare immediatamente, ma di solito programmo le mie uscite fotografiche in base alle previsioni meteo. Mi alzo presto la mattina e aspetto fiducioso la luce che ho immaginato. Spesso torno a casa senza aver fatto uno scatto ma l’importante è non arrendersi. La costanza ripaga.

QUALE E’ IL LUOGO DI CIVITANOVA CHE TI PIACE DI PIU’ FOTOGRAFARE?
Mi piace molto Civitanova Alta e la campagna circostante, si respira Storia e cultura. Civitanova Porto non l’amo molto, troppo cosmopolita e caotica per un orso come il sottoscritto.

Reine at sunrise Panoramic view

LA COSA PIU’ STRANA CHE HAI FATTO PUR DI SCATTARE UNA FOTO..
Ne ho fatte tante, ma quella che più mi è rimasta impressa è stato quando, circa 2 anni fa, mi trovavo in gita sul Parco Nazionale del Pollino e feci una scommessa con una guida del posto. La scommessa consisteva nel salire in solitaria a Serra delle Ciavole, con un dislivello totale di circa 1000mt., scattare una foto e ritornare entro le sei della mattina seguente. Il problema era che erano le 4 del pomeriggio, ero reduce da una abbuffata epica e tenendo conto che soffro di sciatica acuta solo un pazzo poteva accettare una sfida del genere con addosso uno zaino da 30 Kg! ….. chiaramente vinsi la scommessa….

IL SOGGETTO PIU’ DIFFICILE DA FOTOGRAFARE?
Credo che in ogni settore le difficoltà siano all’ordine del giorno. Se fosse facile tutti potremmo fare grandi foto in ogni istante.
Il difficile per me, essendo un paesaggista, è riuscire a trovare la luce giusta al momento giusto.

CI SONO DEI FOTOGRAFI A CUI TI ISPIRI?
No, sono un autodidatta. Più che ispirarmi, altri fotografi mi stimolano a migliorarmi.

OGGI TUTTI CON IL CELLULARE POSSONO SCATTARE E PUBBLICARE UNA FOTO..
….ma di cosa stiamo parlando ????….avanti con la prossima domanda….

TI PIACE FARTI FOTOGRAFARE?
….andiamo avanti…

francesco_Russo_Civitanova

QUANTO RIVELA DI TE UN TUO SCATTO?
Non lo so, è una domanda che non mi sono mai posto e pensandoci credo che possa rispondere solo chi lo osserva. Attraverso la fotografia si può raccontare, parlare, documentare, sognare, ricordare, ridere, piangere.
Considero le mie foto parte di me e spesso capita che quelle a cui sono più affezionato siano quelle che meno piacciono al pubblico.

LA FOTO CHE ANCORA NON HAI FATTO E’..
D’istinto mi verrebbe da rispondere “la foto che farò domani”…ma sarebbe una risposta scontata per una domanda che nella sua semplicità parla di un argomento importante come il futuro.
Ho molti progetti ai quali sto lavorando, primo fra tutti quello di riuscire a coniugare la bellezza e l’armoniosità di un corpo femminile con quelle del paesaggio. E’ un progetto molto difficile da realizzare, in primis serve una modella che creda nel progetto e che in qualche modo lo senta anche suo, quindi per ora è Utopia.