Nasce da famiglia aristocratica nel 1884 a Civitanova, dove muore nel 1968. Si dedica alla conduzione della vasta azienda agricola di famiglia. Dopo le sue nozze con la contessa Augusta Morrone Mozzi di Fermo fa edificare lo splendido villino liberty San Michele all’interno della Villa Conti posta su una collina nei pressi di Civitanova Alta. Appassionato di opera lirica, nel 1921 sovvenziona la messa in scena dell’Aida di Giuseppe Verdi allo Sferisterio di Macerata, nella quale si esibisce la soprano Francisca Solari, che avrebbe sposato in seconde nozze. Pier Alberto Conti è stato prima Sindaco e poi Podestà di Civitanova dal 1923 al 1938. Amministratore amato dai cittadini, realizza per la Città Alta importanti lavori pubblici, tra cui l’ippodromo di Portocivitanova (oggi Stadio Polisportivo), il giardino pubblico detto “Pincio” e l’acquedotto, il cui deposito, nella forma di una torre neomedievale, si trova sulla sommità di Civitanova Alta. Alla sua morte Villa Conti e Villa San Michele vengono donate all’Opera Salesiana.