Il progetto capitanato dall’APS “Sentinelle del Mattino” nato come “CitaNO alla Droga”, poi “CitaNO alle Dipendenze”, quest’anno prenderà il nome di “Io Desidero” con una prospettiva tutta rivolta alla costruzione del futuro attraverso le arti, lo sport, il lavoro e l’impegno sociale per essere efficacemente incisivi nella lotta contro l’omologazione, la passività e le dipendenze.

Il ricco programma di eventi è stato presentato questa mattina, in conferenza stampa, da Andrea Foglia, ideatore e curatore di CitaNo alle dipendenze, presente il sindaco Fabrizio Ciarapica, Maurizio Gobbi e Maria Mori di aps Sentinelle del mattino, Renzo Monreale del Il palco, Massimiliano Follenti, José Berdini della Pars, Paolo Nanni Dipartimento Dipendenze Patologiche di Macerata, i referenti del Banco marchigiano. Una conferenza cui hanno inviato i loro saluti, anche Mario De Rosa del Sert Civitanova, Gianni Giuli, Coordinatore Dipartimento Dipendenze Patologiche presso l’ASUR, il maestro Luigi Gnocchini e l’assessore ai Servizi sociali Barbara Capponi.

Un programma fitto di performance e pieno di ospiti che vede impegnata Civitanova dall’11 al 14 Luglio tutte le sere dalle 21:15 in Piazza Conchiglia, Vicolo Marte.

Entrando più nel dettaglio del programma l’11 Luglio nel primo evento rivolto tutto ai giovani, concepito interamente in un’ottica di dialogo tra pari, si potrà prendere parte all’incontro/intervista dell’illusionista Jack Nobile – Youtuber con più di 700 mila iscritti al suo canale e vincitore del premio MOIGE come miglior canale per giovani – che solo dopo si esibirà in uno spettacolo di magia, per la prima volta nelle Marche.

Gianpietro Ghidini e Carolina Bocca saranno gli ospiti del 12 Luglio, secondo giorno dell’evento, in un dialogo mirato ai genitori, per far luce sulla massa di modelli alternativi, a volte contraddittori, che i nuovi genitori si trovano ad osservare al giorno d’oggi, cercando di fare chiarezza sulle strade migliori da percorrere insieme.

Sabato 13 l’incontro sarà a tema musicale, diviso in due atti che vedranno due generazioni diverse esibirsi, passando il testimone da maestri ad allievi, “Il Palco” sottolineerà l’importanza di sostenere le nuove generazioni.

Il 14, Matteo Marsaglia, sciatore azzurro, campione italiano in Discesa e in Super-G, porterà il racconto del suo impegno sportivo nell’ottica non solo dell’identificazione del “desiderio”, tema centrale di tutto il progetto, ma dei sacrifici necessari e della lotta nel perseguirlo per vederlo realizzato.

Un programma ambizioso che non avrebbe visto la luce senza la collaborazione del Comune di Civitanova, l’associazionismo no-profit e dei numerosi sponsor sensibili alla tematica delle dipendenze.

“CitaNO alla Droga” cresce e inventa nuovi modi per dar voce alla lotta contro le dipendenze – ha detto il sindaco Ciarapica. Mi piace molto il titolo “Io Desidero” che lancia questa edizione, perché si invitano i giovani scoprire sogni e passioni e a lottare per il proprio futuro. Il Comune ha stretto un’alleanza sociale con tutte le realtà che contribuiscono ogni giorno ad aiutare chi ha bisogno a non restare solo.

L’informazione è fondamentale per la prevenzione, e per questo è stato creato il “Bus dei desideri” che girerà per la città grazie alla collaborazione con ATAC spa. Un ringraziamento sentito a tutti coloro che collaborano, e sono tantissimi”.

Durante la conferenza stampa sono state ricordate le famiglie che nella nostra città hanno perso i loro figli a causa della droga. “La nostra è una guerra – ha detto Berdini, che deve però condurre verso la libertà. Chi ha benzina ne metta, perché l’impegno su questo fronte deve essere ai massimi livelli”.

Non solo droga, ma alcol, gioco d’azzardo, dipendenze da tecnologia, sono tante le nuove patologie che richiamano i professionisti presenti nel territorio.

“Io desidero è un inizio di sfida culturale – ha spiegato Nanni, perché l’assenza di desiderio è ‘inizio della fine, per tutti, giovani e meno giovani”.

“C’è una città che studia silenziosamente – ha sottolineato Foglia – e che poi riversa le sue conoscenze e le proprie risorse nelle occasioni di confronto pubblico, ma il lavoro è continuo. L’intera comunità agisce a sostegno e a supporto dei giovani, e si vede dal ricco gruppo di promotori che è al nostro fianco e che ringrazio”.

In caso di maltempo il programma si sposta al chiuso, presso il teatro Conti di san Marone.

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE
Ingresso: libero
 
ALLEGATI