Da un semplice pezzo di legno nasce un bambino “unico” nel suo genere che, però, si ritrova fin da subito a crescere attratto e confuso dalle mille chimere che gli si pongono continuamente davanti e dovendo lottare strenuamente, spesso contro se stesso, per salvaguardare la propria identità. Con un carattere forte e ribelle, Pinocchio si scopre desideroso di sperimentare esperienze sempre nuove sebbene effimere, incantato da falsi miti che lo conducono lontano dal padre Geppetto, incurante dei consigli del Grillo Parlante e dell’amore della Fata Turchina ed incapace di apprezzare la semplicità che lo circonda si scopre solo e senza un domani. Solo alla fine, ritrovato Geppetto nello stomaco della balena, concluderà la sua ossessiva fuga comprendendo dove si trovi la sua vera casa e riuscendo, in questo modo, a portare a compimento quel percorso che lo trasformerà in un bambino in carne ed ossa.
“Vorrei essere vero per essere come gli altri bambini.”
“Pinocchio … non serve essere uguale agli altri per essere vero.”
Note didattiche – Cosa significa essere bambini e adolescenti nel XXI secolo? Quali pericoli educativi si corrono nell’ostico confronto con un sempre più aggressivo modo di comunicare dei Media e con una nuova concezione di “Relazione” nata dai social network che, quando non colpiscono direttamente il bambino o l’adolescente, colpiscono quei genitori spesso troppo “distratti” che del bambino o dell’adolescente dovrebbero essere esempio e sprone? Bambine e bambini sono davvero liberi di costruire la propria individualità o rischiano di crescere come bellissimi burattini “perfettamente al passo coi tempi”, ma senza una reale identità? Come rischia di essere il Pinocchio dei nostri tempi?

INFORMAZIONI AGGIUNTIVE
Sito web: http://www.proscenioteatro.it
Organizzatore: Assessorato al Turismo- Teatri di Civitanova - Proscenio Teatro
Per informazioni: scrivi
Contatti: 0733.822213 - 0734440348 - 0734440361
Ingresso: 6.00 euro abbonamento a 6 spettacoli Euro 27.00